POETENLADEN - neue Literatur im Netz - Home
 
 
 
 
 
 
 

 

Alessandro De Francesco
cosí le cose della casa       quando tutti sono usciti
permangono nella luce obliqua

e accade di avvistare un frigo o una poltrona
nella finestra del palazzo di fronte
di ricordare quel quadro
in un corridoio del pompidou
e pensarlo sussistente nella notte       senza occhi



salendo le scale
una testa femminile verso la finestra       sul pianerottolo deserto
si volta di scatto non può accettarne il volto
è costretto al risveglio esce a tiergarten


mentre cammina guarda i rami

ed è la solita vertigine         quando si mostra negli oggetti
ma subito ci appare inverosimile
restiamo senza dire niente
continua questa inspiegabile assenza di dati su tutto
le cose tacciono poco a poco

 

Aus: Lo spostamento degli oggetti. Gedichte, italienisch
Cierre Grafica/Anterem, 2008

Alessandro De Francesco    20.01.2008    Druckansicht Zur Druckansicht - Schwarzweiß-Ansicht    Seite empfehlen Diese Seite weiterempfehlen

Alessandro De Francesco
Lyrik
Die Verschiebung der Objekte
Hervorbringen